Lavoro e Post Mercato
Quindicinale telematico a diffusione nazionale a carattere giornalistico
e scientifico di attualità, informazione, formazione e studio multidisciplinare
nella materia del lavoro

Stampa articolo - Lavoro Post Mercato

Home page | Chi siamo | Statuto | Rivista - Lavoro e Post mercato

torna indietro

stampa questo articolo  stampa questo articolo


argomento:  Rete sociale 

Thomas More International Award: grande successo a Terni per la edizione 2019 a Padre Ibrahim Faltas .
Rivista  n. 317
autore:   Diego Piergrossi



Grande successo di pubblico per l'edizione 2019 del Thomas More International Award a Terni, presso il Museo Diocesano e Capitolare, il 16 dicembre 2019.

Il Premio Internazionale Tommaso Moro è stato istituito nel 2018 per commemorare la figura di Tommaso Moro, il famoso cancelliere inglese , vissuto nel XVI secolo, martire della giustizia e della libertà negata, sotto la dittatura di Enrico VIII, di cui celebri rimangono le parole prima di essere giustiziato il 6 luglio 1535 (a soli 57 anni ) "rimango fedele servitore del re, ma prima di Dio".

Il Premio costituisce la sfida culturale dell’Unione Giuristi Cattolici di Terni e di MCL Umbria alla odierna società liquida, dove tutto diventa relativo, dove non esistono più verità assolute, ma solo verità soggettive o postverità, ed il confronto tra diritto naturale e diritto positivo e perfino l'esistenza di una differenza tra un bene ed un male vengono messe in discussione in nome del relativismo e dell’individualismo più assoluti.

Più precisamente il Premio viene conferito -dopo una severissima selezione ad opera della Giuria congiunta delle due associazioni umbre -a personalità italiane e/o straniere che si siano distinte in ambito internazionale eccellendo nella Testimonianza dei Valori Cristiani in particolare di quelli di Giustizia e Pace .

Questa edizione è stata assegnata a Padre Ibrahim Faltas, cittadinanza egiziana, presbitero francescano, Giudice del Tribunale Ecclesiastico di Gerusalemme, Responsabile presso le Autorità Palestinesi e il Governo Israeliano, Direttore della Terra Santa School di Gerusalemme, Responsabile dello “Statu Quo” nella Basilica della natività di Betlemme, Promotore del Progetto formativo «Educare alla Pace», Saggista, Laurea in Filosofia e Baccalaureato in Teologia è conosciuto in tutto il mondo come straordinario mediatore e per essere stato protagonista indiscusso in un episodio drammatico nel 2002 durante la Seconda Intifada, nella risoluzione pacifica del confronto armato israelo-palestinese nella Basilica della Natività di Betlemme.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti: il Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale On.le Marina Sereni, il Sindaco di Terni Leonardo Latini, il Prefetto di Terni S. E. Emilio Dario Sensi, l'Ambasciatori di Palestina in Italia, S.E. Abeer Odeh, il Presidente della Provincia di Terni Giampiero Lattanzi, il Magnifico Rettore dell’Università di Perugia Maurizio Oliviero e molte altre personalità delle istituzioni civili e religiose, della società civile e del mondo del lavoro.

Di particolare rilievo simbolico la partecipazione di cinque classi in rappresentanza di cinque Istituti di Istruzione Superiore della provincia di Terni e la testimonianza commossa dell'ex Sindaco On. Raffaelli e del dell'ex Presidente della Provincia Avv. Molè.

Il premio è stato consegnato da S.E. mons. Giuseppe Piemontese o.f.m. Conv., Vescovo di Terni-Narni-Amelia cui è seguita l'applauditissima Lectio Magistralis dal titolo: «Costruire la Pace attraverso il coraggio del dialogo: sulle orme e sull’esempio di San Francesco ad 800 anni dal pellegrinaggio in Terra Santa».

Hanno introdotto e coordinato i lavori l’Avv. Diego Piergrossi (Presidente UGCI Terni) e l’Avv. Ermanno Ventura (Presidente MCL Umbria).




stampa questo articolo