Articoli - Lavoro e Post Mercato

Home page | Chi siamo | Statuto | Rivista - Lavoro e Post Mercato                                   Area riservata   
Ricerca per argomenti


Ultima rivista



Archivio rivista
<< precedente successiva >>


Cerca un articolo inserendo una parola




  stampa questo articolo


argomento:  Info lavoro 

"Il DL n.126/2019 "Misure di straordinaria necessita' ed urgenza in materia di reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e di abilitazione dei docenti" è Legge (seconda parte).
Rivista  n. 317
autore:   Rita Schiarea



b) le disposizioni di cui all'articolo 1, commi da 512 a 516,
della legge 28 dicembre 2015, n. 208, in materia di ricorso agli
strumenti di acquisto e negoziazione della Consip S.p.a. per gli
acquisti di beni e servizi informatici e di connettivita'. ))

Art. 5 Semplificazioni in materia universitaria

1. Alla legge 30 dicembre 2010, n. 240, sono apportate le seguenti
modificazioni:
a) all'articolo 16, comma 1, secondo periodo, la parola «sei» e'
sostituita dalla seguente: «nove»;

b) all'articolo 24, comma 6, le parole «dell'ottavo» sono
sostituite dalle seguenti: «del decimo» e le parole «dal nono» sono
sostituite dalle parole «dall'undicesimo».

2. La durata dei titoli di abilitazione scientifica nazionale, di cui all'articolo 16 della legge 30 dicembre 2010, n. 240, conseguiti
precedentemente alla data di entrata in vigore del presente decreto,
e' di nove anni dalla data del rilascio degli stessi.


Art. 6 Disposizioni urgenti sul personale degli enti pubblici di ricerca.

1. All'articolo 12 del decreto legislativo 25 novembre 2016, n.
218, dopo il comma 4, sono aggiunti i seguenti:
«4-bis. Con riferimento alle procedure di cui all'articolo 20,
comma 1, del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, poste in
essere dagli enti pubblici di ricerca, il requisito di cui al comma
1, lettera b), del predetto articolo 20, e' soddisfatto anche dalla
idoneita', in relazione al medesimo profilo (( o livello ))
professionale, in graduatorie vigenti (( alla data del 31 dicembre
2017 )) relative a procedure concorsuali ordinarie o bandite ai sensi
del decreto-legge 31 agosto 2013, n. 101, convertito, con
modificazioni, dalla legge 30 ottobre 2013, n. 125 (( , ovvero dalla
vincita di un bando competitivo per il quale e' prevista l'assunzione
per chiamata diretta da parte dell'ente ospitante, nonche'
dall'essere risultati vincitori di selezioni pubbliche per contratto
a tempo determinato o per assegno di ricerca, per lo svolgimento di
attivita' di ricerca connesse a progetti a finanziamento nazionale o
internazionale )). Alle iniziative di stabilizzazione del personale
assunto mediante procedure diverse da quelle di cui al predetto comma
1, lettera b), dell'articolo 20 del decreto legislativo n. 75 del
2017, si provvede previo espletamento di (( procedure per
l'accertamento dell'idoneita' )).
4-ter. Con riferimento alle procedure di cui all'articolo 20,
comma 1, del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, poste in
essere dagli enti pubblici di ricerca, (( il )) requisito di cui al
comma 1, lettera c), del predetto articolo 20 (( si interpreta nel
senso che )), per il conteggio dei periodi prestati (( alle
dipendenze dell'ente )) che procede all'assunzione, (( si tiene conto
anche dei periodi )) relativi alle collaborazioni coordinate e
continuative (( e agli assegni di ricerca )) di cui all'articolo 22
della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (( , posti in essere dall'ente
che procede all'assunzione, da altri enti pubblici di ricerca o dalle
universita', nonche' alle collaborazioni coordinate e continuative
prestate presso fondazioni operanti con il sostegno finanziario del
Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca )).
(( 4-quater. Con riferimento alle procedure di cui all'articolo
20, commi 1 e 2, del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, poste
in essere dagli enti pubblici di ricerca, il termine del 31 dicembre
2020 e' prorogato al 31 dicembre 2021.».
1-bis. Dopo l'articolo 12 del decreto legislativo 25 novembre 2016,
n. 218, e' inserito il seguente:
«Art. 12-bis (Trasformazione di contratti o assegni di ricerca in
rapporto di lavoro a tempo indeterminato). - 1. Qualora la
stipulazione di contratti a tempo determinato o il conferimento di
assegni di ricerca abbiano avuto ad oggetto lo svolgimento di
attivita' di ricerca e tecnologiche, l'ente puo', previa procedura
selettiva per titoli e colloquio, dopo il completamento di tre anni
anche non continuativi negli ultimi cinque anni, trasformare il
contratto o l'assegno in rapporto di lavoro a tempo indeterminato, in
relazione alle medesime attivita' svolte e nei limiti stabiliti del
fabbisogno di personale, nel rispetto dei principi enunciati dalla
Carta europea dei ricercatori, di cui alla raccomandazione 2005/51/CE
della Commissione, dell'11 marzo 2005, in conformita' agli standard
qualitativi riconosciuti a livello internazionale, nel rispetto dei
principi di pubblicita' e trasparenza.
2. Al fine di garantire l'adeguato accesso dall'esterno ai ruoli
degli enti, alle procedure di cui al comma 1 e' destinato il 50 per
cento delle risorse disponibili per le assunzioni nel medesimo
livello, indicate nel piano triennale di attivita' di cui
all'articolo 7.
3. Al fine di completare le procedure per il superamento del
precariato poste in atto dagli enti, in via transitoria gli enti
medesimi possono attingere alle graduatorie, ove esistenti, del
personale risultato idoneo nelle procedure concorsuali di cui
all'articolo 20, comma 2, del decreto legislativo 25 maggio 2017, n.
75, per procedere all'assunzione ai sensi del comma 1 del presente
articolo». ))

Art. 7 Modificazioni alla legge 20 agosto 2019, n. 92

1. All'articolo 2 della legge 20 agosto 2019, n. 92, dopo il comma
9, e' aggiunto il seguente:
«9-bis. L'intervento previsto (( dal presente articolo )) non
determina un incremento della dotazione organica complessiva e non
determina l'adeguamento dell'organico dell'autonomia alle situazioni
di fatto oltre i limiti del contingente previsto dall'articolo 1, comma 69, della legge 13 luglio 2015, n. 107.».

Art. 8

Disposizioni contabili

1. Il (( Fondo per il funzionamento )) di cui all'articolo 1, comma
601, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e' incrementato di euro
8,426 milioni nell'anno 2019.
2. Il fondo di cui all'articolo 1, comma 202, della legge 13 luglio
2015, n. 107, e' incrementato di 10,50 milioni di euro nel 2019.
3. All'articolo 1, comma 4, della legge 3 agosto 1998, n. 315, le
parole «e di lire 50 miliardi a decorrere dal 2000» sono sostituite
dalle seguenti: «, di euro 25,8 milioni annui dal 2000 al 2018, di
euro 12,3 milioni annui per l'anno 2019 e di euro (( 25,8 milioni
annui a decorrere )) dal 2020».
4. Agli oneri derivanti dai commi 1 e 2, pari a euro 18,926 milioni
nel 2019, si provvede ai sensi dell'articolo 9.
5. All'articolo 1, comma 128, della legge 13 luglio 2015, n. 107,
dopo le parole «di ruolo» sono inserite le seguenti: «nonche' con
contratti a tempo determinato annuale o sino al termine delle
attivita' didattiche».

Art. 9 Copertura finanziaria

1. Agli oneri derivanti dagli articoli 1, comma 13, lettera a), 2,
comma 1, lettera a), commi 2, 3 e 4, 8, commi 3 e 4, nonche' dalle
lettere c) ed e) del presente comma, pari a 21,076 milioni di euro
per l'anno 2019, 12,080 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020,
2021 e 2022 e (( 19,730 milioni di euro annui )) a decorrere
dall'anno 2023, che aumentano in termini di fabbisogno e
indebitamento netto a 32,135 milioni di euro per l'anno 2019, a
16,086 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022 e a
(( 23,736 milioni di euro annui )) a decorrere dall'anno 2023, si
provvede:
a) quanto a euro 13,5 milioni per l'anno 2019, a euro 8,260
milioni (( annui )) a decorrere dall'anno 2020, che aumentano in
termini di fabbisogno e indebitamento netto a 14,460 milioni di euro
per l'anno 2019, a 12,092 milioni di euro (( annui )) a decorrere
dall'anno 2020, mediante corrispondente utilizzo delle maggiori
entrate e delle minori spese derivanti dagli articoli 2, commi 1,
lettera a) (( , 3 e 4, e 8 )), comma 3;
b) quanto a euro 4 milioni per ciascuno degli anni 2020, 2021 e
2022, mediante utilizzo delle risorse del fondo di cui all'articolo
1, comma 601, della legge 27 dicembre 2006, n. 296;
c) quanto a euro 4,260 milioni per l'anno 2019 mediante
corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1, comma 202,
della legge 13 luglio 2015, n. 107;
d) quanto a 8,426 milioni di euro per l'anno 2019, mediante
corrispondente riduzione dell'autorizzazione di spesa di cui
all'articolo 19, comma 1, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n.
59;
e) quanto a 5,040 milioni di euro per l'anno 2019, mediante
utilizzo delle risorse di cui all'articolo 20, comma 4, del decreto
legislativo 13 aprile 2017, n. 66;
(( e-bis) quanto a euro 11,65 milioni annui a decorrere dall'anno
2023, mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo
1, comma 202, della legge 13 luglio 2015, n. 107. ))
2. Il Ministro dell'economia e delle finanze e' autorizzato ad
apportare (( , con propri decreti, )) le occorrenti variazioni di
bilancio.

(( Art. 9 bis Clausola di salvaguardia

1. Le disposizioni del presente decreto sono applicabili nelle
regioni a statuto speciale e nelle Province autonome di Trento e di
Bolzano compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme
di attuazione, anche con riferimento alla legge costituzionale 18
ottobre 2001, n. 3. ))

Art. 10 Entrata in vigore

Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana e sara' presentato alle Camere per la conversione in legge.

(Fonte: Gazzetta Ufficiale).




  stampa questo articolo                                        torna su







Periodico a diffusione nazionale: “Lavoro e Post Mercato”
Registrazione Tribunale di Roma 3 agosto 2006 n. 332
Direttore Responsabile: Dott. Davide Dionisi
Sede legale: Via Rocca Imperiale, 70 - 00040 Roma (Roma)
Editore - "Terzo Settore Onlus" ass. -
Iscrizione Registro degli Operatori della Comunicazione
(R.O.C.) al n° 15138/2007
Stampato telematicamente dall'Editore presso la propria sede legale
sita in Roma: via Rocca Imperiale, 70
Host-Provider: Aruba S.p.A. P.za Garibaldi,8 - 52010 Soci (AR)
Aut. Min. Com. n. 473
Avvisi legali



Elenco articoli
 Info lavoro
articoli n°: 100

Lavoratori Alitalia pubblicato il Decreto Legge.
rivista n° 319
(Giuseppe Formichella)
Concorso pubblico 150 dirigenti AdE.
rivista n° 301
(La Redazione (R.S.))

Articoli succ. -->