Articoli - Lavoro e Post Mercato

Home page | Chi siamo | Statuto | Rivista - Lavoro e Post Mercato                                   Area riservata   
Ricerca per argomenti


Ultima rivista



Archivio rivista
<< precedente successiva >>


Cerca un articolo inserendo una parola




  stampa questo articolo


argomento:  Evoluzione normativa 

Dal 1° gennaio 2019 in vigore le modifiche concernenti le modalita' di assolvimento della imposta di bollo su fatture elettroniche.
Rivista  n. 294
autore:   Giuseppe Formichella



Nella gazzetta Ufficiale n.5 del 7 gennaio 2019 è stato pubblicato il Decreto Ministeriale (MEF) rubricato:
"Modifiche al decreto 17 giugno 2014, concernente le modalita' di assolvimento dell'imposta di bollo su fatture elettroniche".

Il Decreto in esame risulta strutturato in soli due articoli:

Art. 1 Modifiche alle modalita' di assolvimento dell'imposta di bollo su fatture elettroniche.

1. Il comma 2 dell'art. 6 del decreto del Ministro dell'economia e
delle finanze 17 giugno 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 26 giugno 2014, n. 146, e' sostituito dal seguente:

«Il pagamento dell'imposta relativa agli atti, ai documenti ed ai
registri emessi o utilizzati durante l'anno avviene in un'unica
soluzione entro centoventi giorni dalla chiusura dell'esercizio. Il
pagamento dell'imposta relativa alle fatture elettroniche emesse in
ciascun trimestre solare e' effettuato entro il giorno 20 del primo
mese successivo. A tal fine, l'Agenzia delle entrate rende noto
l'ammontare dell'imposta dovuta sulla base dei dati presenti nelle
fatture elettroniche inviate attraverso il Sistema di interscambio di
cui all'art. 1, commi 211 e 212, della legge 24 dicembre 2007, n.
244, riportando l'informazione all'interno dell'area riservata del
soggetto passivo I.V.A. presente sul sito dell'Agenzia delle entrate.
Il pagamento dell'imposta puo' essere effettuato mediante il servizio
presente nella predetta area riservata, con addebito su conto
corrente bancario o postale, oppure utilizzando il modello F24
predisposto dall'Agenzia delle entrate. Le fatture elettroniche per
le quali e' obbligatorio l'assolvimento dell'imposta di bollo devono
riportare specifica annotazione di assolvimento dell'imposta ai sensi
del presente decreto».

L'Articolo 2 rubricato "Efficacia" che dispone che le disposizioni declinate nell'articolo 1 sopra descritto si applichino alle fatture
elettroniche emesse dal 1° gennaio 2019.

(Fonte: Gazzetta Ufficiale).




  stampa questo articolo                                        torna su







Periodico a diffusione nazionale: “Lavoro e Post Mercato”
Registrazione Tribunale di Roma 3 agosto 2006 n. 332
Direttore Responsabile: Dott. Davide Dionisi
Sede legale: Via Rocca Imperiale, 70 - 00040 Roma (Roma)
Editore - "Terzo Settore Onlus" ass. -
Iscrizione Registro degli Operatori della Comunicazione
(R.O.C.) al n° 15138/2007
Stampato telematicamente dall'Editore presso la propria sede legale
sita in Roma: via Rocca Imperiale, 70
Host-Provider: Aruba S.p.A. P.za Garibaldi,8 - 52010 Soci (AR)
Aut. Min. Com. n. 473
Avvisi legali



Elenco articoli
 Evoluzione normativa
articoli n°: 358

Le nuove disposizioni sulla Privacy /(2 parte).
rivista n° 287
(Diego Piergrossi)

Articoli succ. -->