CHI SIAMO

Home page | Chi siamo | Statuto | Rivista - Lavoro e Post Mercato                                   Area riservata   

Associazione etica di Solidarietà Sociale per la formazione, informazione,
aggiornamento e riqualificazione dei soggetti a rischio di esclusione/emarginazione
e per la definizione di un nuovo patto sociale e di sviluppo sostenibile nell’era del postmercato.
 

Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale

(Atto Pubblico 5-19 dicembre 2005 Rep. 52084 Rac. 13699/2005).

 

 

Iscritta all’Anagrafe Unica delle Onlus ex art.4, co.2, D.M. 18 marzo 2003, n. 266 (Prot. AC/cf/onlus n. 12765/2006).
Iscritta all’Elenco ex art.1, co.337, lett.a) L.n. 266/2005 (Prot. n. 06013011010203482-000001/2006)
Iscritta al Registro Economico Amministrativo (REA) CCIAA di Roma n. 1123745
Iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione (R.O.C.) al n. 15138/2007
Sede legale: Via Rocca Imperiale, 70 - 00040 Roma (Roma).
Presidente e Direttore Editoriale: Avv. Diego Piergrossi
VicePresidente: Dr. Comm. Giuseppe Formichella
Tesoriere segretario: Dr. Comm. Pierfrancesco Viola
Responsabile Privacy: Dr. Comm. Giuseppe Formichella
C.F. 97400590580
Sito: www.lavoropostmercato.org (Host-provider : Aruba S.p.A. Autorizzazione Min. Comunicazioni n° 473)
E-mail: onlus3s@lavoropostmercato.org
Fax: 06-97600749
Tel.: 338-8306664
Conto Corrente Poste Italiane n. 71947113  (IBAN IT43V 0760103200000071947113)
Direttore Scientifico di Nomofilachia collana multidisciplinare: Avv. Diego Piergrossi
Periodico: “Lavoro e Postmercato”
Iscrizione: al Registro degli Operatori della Comunicazione (ROC) il 16 settembre 2006
Registrazione: Tribunale di Roma n. 332 del 3 agosto 2006
Direttore Responsabile: Dott. Davide Dionisi (Giornalista Professionista)
 

 

Nata alla fine del 2005 l’associazione Terzo Settore Onlus (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale autorizzata ai sensi della Legge n. 266/2005 ed iscritta all’Anagrafe Unica delle Onlus ex art. 4, co. 2, D.M. 18 marzo 2003, con il n. 266) entra in rete a settembre 2006 ed avvia le sue prime attività grazie all’iniziativa dei suoi fondatori e soci e, soprattutto dei suoi primi sostenitori.

I fondatori sono persone che a diverso titolo operano professionalmente, sia nel settore pubblico che in quello privato, in materia di lavoro, previdenza, assistenza e sicurezza e che senza alcun fine di lucro, né connotazioni partitiche o razziali, hanno deciso di mettere la propria esperienza e parte del proprio tempo al servizio di questo progetto ritenendolo di utilità sociale.

Terzo Settore Onlus è un’associazione etica di Solidarietà Sociale che, nella coscienza dello svilupparsi di importanti modifiche e cambiamenti nel modello sociale ed economico, che stanno, conseguentemente creando ed ampliando i rischi di esclusione sociale, vuole lavorare per ridurli nella probabilità e negli effetti, sviluppando il confronto, la discussione, le attività disponibili per il recupero e la riqualificazione delle categorie e dei soggetti prossimi ad entrare nel tunnel dell’esclusione e dell’emarginazione.

Si tratta di persone appartenenti a molte diverse categorie, si va dai giovani disoccupati, agli immigrati, dai detenuti, a coloro che perdono il lavoro a 50 anni, dalle donne, ai diversamente abili, compresi quelli che hanno subito gravi menomazioni a seguito di infortuni sul lavoro.

Tutti hanno un minimo comun denominatore, la difficoltà ad occuparsi, a collocarsi in un tessuto produttivo in profonda trasformazione, che mentre riduce la necessità di manodopera, flessibilizza le forme organizzative e strutturali dell’organizzazione del lavoro, abbattendo i livelli e le necessità di coordinamento intermedio, e che, quindi chiede ad ognuno di aumentare e modificare le proprie possibilità e prestazioni, e rischia, quindi di lasciare indietro ed abbandonare quanti abbiano difficoltà ad attuare questo processo.

Terzo Settore Onlus crede che strumenti prioritari per la riqualificazione sociale siano l’informazione, la formazione, l’aggiornamento professionale e vuole favorire l’accesso delle categorie in difficoltà ed a rischio di esclusione sociale a tali attività.

Importantissima, a nostro modo di vedere, è anche la disponibilità e la qualità delle informazioni e della offerta formativa, per le quali diventa essenziale far crescere e sviluppare la professionalità e le competenze degli operatori del settore. In questa ottica il confronto la competizione positiva tra i molti che operano nell’offrire tali servizi, è un elemento cruciale da contrapporre al conflitto ed alla concorrenza economica che sta crescendo anche in questo campo.

Ecco perché Terzo Settore Onlus non intende fare elemosine (donare il “pesce”), ma offrire un servizio (“il saper pescare con la propria canna da pesca”) e si rivolge non solo a persone a rischio di esclusione sociale, ma, anche alla formazione corretta dei soggetti che costituiscono il cosiddetto “front-line” nella lotta contro l’emarginazione, con i quali vuole anche aprire un dialogo, un confronto.

Pertanto, un altro importante scopo/obiettivo dell’Associazione è quello di voler lavorare attivamente per fornire strumenti con cui contribuire alla discussione ed allo studio per la costruzione dei modelli di sviluppo economico e sociale improntati al un nuovo umanesimo integrale e solidale e che riformulino un nuovo “patto sociale” utile a ad un effettivo “sviluppo sostenibile”.

Inoltre, la possibilità di accesso è un elemento cruciale nell’era dell’informatica e del Web. Internet è il luogo di elezione per costruire una vera integrazione tra chi offre i servizi e chi ha necessità di usufruirne. In questo mondo virtuale, dalle possibilità e risultati reali, la nostra Associazione vuole muoversi ed agire.

Ecco allora che nasce, insieme all’associazione, una rivista, dal titolo Lavoro e Post Mercato. Si tratta di un magazine, esclusivamente on line, indipendente, arena di confronto su modelli etici, idee, obiettivi e strumenti per arrivare alla definizione di un nuovo “patto sociale” per lo “sviluppo sostenibile” nell’era della globalizzazione.

Anche questa rivista è funzionale al nostro sogno che vorremmo realizzare operando per:

l’informazione, la formazione, l’aggiornamento e la riqualificazione dei soggetti a rischio di esclusione sociale per un loro pieno inserimento/reinserimento lavorativo;

l’informazione, la formazione dei soggetti attivi e per la promozione di politiche e progetti volti a facilitare l’abbattimento delle barriere materiali, fisiche, psichiche nei confronti di soggetti portatori di situazioni disabilitanti ai sensi della International Classification on Functionning of Health and Disability (ICDH2/ICF);

l’informazione, la formazione e l’aggiornamento degli operatori tecnici, sanitari e amministrativi in materia di prevenzione, lavoro, medicina legale, previdenza ed assistenza sociale per un nuovo patto sociale e di sviluppo sostenibile nell’era del post-mercato.